Dipartimento di<br /> Ingegneria Civile, Edile e Ambientale<br /> dell'Università degli Studi di Napoli Federico II

Dipartimento di
Ingegneria Civile, Edile e Ambientale
dell'Università degli Studi di Napoli Federico II

  • 20.09.2018: Tariffe ridotte area parcheggio a servizio delle Aule di via Nuova Agnano per gli studenti ...approfondisci
  • 12.07.2018: YEARS ? Young Europeans Acting for Road Safety ...approfondisci
  • 29.06.2018: Dottorato di Ricerca in Ingegneria dei Sistemi Civili - Ciclo 34 ...approfondisci
  • 22.06.2018: Tutorato ...approfondisci
  • 04.06.2018: Progetto Pilota “Paesaggio da tutti – Paesaggio per tutti" ...approfondisci
  • 31.05.2018: Seminari del Master in Geotecnica delle Infrastrutture su "metodi di scavo e di rivestimento di prima fase utilizzati nella realizzazione del tunnel di base del Brennero" ...approfondisci
  • 21.05.2018: New issue of TeMA. Journal of Land Use, Mobility and Environment ...approfondisci
  • 29.04.2018: Dal 1 maggio 2018 l'abbonamento a tariffa speciale per gli studenti del Plesso di Ingegneria di via Nuova Agnano ...approfondisci
  • 29.03.2018: Il Dottorato come titolo preferenziale anche per la carriere extra-universitarie ...approfondisci
  • 20.02.2018: Fondo per il sostegno dei giovani e piani di orientamento ...approfondisci
  • Dicea
    Laboratori
    Laboratori
    HELab - Hydro Energy Laboratory


L'HELab (Hydro Energy Laboratory) è un laboratorio terzo appositamente creato per le prove di qualifica di gruppi elettromeccanici di pompaggio in ottemperanza al nuovo standard europeo EN16480, derivante dalle direttive 2005/32/EC e 2009/125/EC. Il laboratorio è dotato di tre diverse linee di misura per pompe di diversa taglia, motori e gruppi di pompaggio. Un sistema di controllo automatico consente la rapida acquisizione delle grandezze idrauliche, meccaniche ed eletteoche. Le competenze del personale impegnato nel laboratorio HELab riguardano l'efficienza dei gruppi di pompaggio, la produzione energetica, la meccanica dei fluidi, la prototipazione e il trasferimento tecnologico.

Responsabile: Armando Carravetta