Dipartimento di<br /> Ingegneria Civile, Edile e Ambientale<br /> dell'Università degli Studi di Napoli Federico II

Dipartimento di
Ingegneria Civile, Edile e Ambientale
dell'Università degli Studi di Napoli Federico II

  • 23.04.2018: Iscrizione al corso di Programmazione dei Cantieri Infrastrutturali a.a. 2018-19 ...approfondisci
  • 29.03.2018: Il Dottorato come titolo preferenziale anche per la carriere extra-universitarie ...approfondisci
  • 05.03.2018: Giornata inaugurale Master di II livello Ge.INFRA. ...approfondisci
  • 20.02.2018: Movimento per la Dignità della Docenza Universitaria ...approfondisci
  • 20.02.2018: Fondo per il sostegno dei giovani e piani di orientamento ...approfondisci
  • 26.01.2018: Presentazione del Rapporto sulle Economie del Mediterraneo di Eugenia Ferragina, ricercatrice del CNR ...approfondisci
  • 09.01.2018: Il DICEA tra i 180 Dipartimenti di Eccellenza ...approfondisci
  • 20.12.2017: Oltre i luoghi comuni sull'Università ...approfondisci
  • 29.11.2017: Nuovo Master di Secondo Livello in Geotecnica per le Infrastrutture (GE.INFRA) ...approfondisci
  • 11.09.2017: Bando Nazionale per premi di laurea sull'Ingegneria delle Dighe ...approfondisci
  • Dicea
    Progetti di ricerca finanziati in corso
    Progetti di ricerca finanziati in corso
    REDAWN

Progetto: REDAWN

Area: Idraulica - ICAR/01

Tipologia di progetto: EU’s Atlantic Area co-operation programme 2014-2020
Anno: 2017
Con il supporto di: Trinity College di Dublin, Action Renewables Lt, IST Lisbon, Hidropower Ltd, FAEN, Feragua, WATEF Network, SMPGA, University of Cordob
Importo progetto: 2,9 M €

Descrizione del progetto "REDAWN":

Il progetto REDAWN intede sviluppare un ambiente istituzionale, sociale e tecnologico adeguato per l'incremento della efficienza energetica delle reti idriche nei settori idropotabile, irriguo, delle acque reflue e industriali. 
L'industria dei servizi idrici rappresenta il quarto settore europeo come uso intensivo delle risorse energetiche ed è responsabile mell'Unione Europea di un considerevole contributo alle meissioni di CO2. L'impiego di tecnologie adeguate a basso costo in impianti di micro generazione consentirtà il recupero energetico nei punti in cui la pressione in rete è maggiore di quella ottimale, consentendo, altresì, la riduzione dell'impatto del settore sull'ambiente, dei costi di gestione del servizio idrico e dei costi per l'utenza. 
Il progetto, sviluppato in collaborazione con il Trinity College di Dublin, Action Renewables Ltd, IST Lisbon, Hidropower Ltd, FAEN, Feragua, WATEF Network, SMPGA, e l'University of Cordoba, ha durata triennale ed è finanziato nell'ambito del programma europeo di collaborazione atlantica (EU’s Atlantic Area co-operation programme) 2014-2020.